Una storia disonesta (Stefano Rosso) testo video download

Una storia disonesta (Stefano Rosso) testo video downloadMolto più di una canzone, un vero manifesto di una generazione, quella dei ragazzi degli anni ’70 che sognavano di cambiare tutto.

Oggi la riforma è molto di moda, ma ricordate che la riforma è uno dei cavalli di battaglia di tutti i politici che vogliono la loro popolarità ( e nella maggior parte dei casi SOLO QUELLA).

Riformare il sistema economico capitalistico è per ora impossibile, non bastano 2 amici una chitarra e uno spinello per falro, ci hanno provato in tanti, in migliaia, forse in decine di migliaia, dico di più: ci hanno provato in milioni di giovani italiani in 40 anni, e non c’è mai riuscito nessuno.

Beh, un post un tantino pessimista?

Sì:  questo è un post decisamente pessimista, ma ascoltiamo questa bella canzone di Stefano Rosso……… 

Sopra Stefano Rosso Una storia disonesta ( versione audio)

Testo:

  • Si discuteva dei problemi dello stato 
  • si andò a finire sull’hascish legalizzato 
  • che casa mia pareva quasi il parlamento 
  • erano in 15 ma mi parevan 100. 
  • Io che dicevo “Beh ragazzi andiamo piano 
  • il vizio non è stato mai un partito sano”. 
  • E il più ribelle mi rispose un po’ stonato 
  • e in canzonetta lui polemizzò così: 
  •  
  • “Che bello 
  • due amici una chitarra e lo spinello 
  • e una ragazza giusta che ci sta 
  • e tutto il resto che importanza ha? 
  • che bello 
  • se piove porteremo anche l’ombrello 
  • in giro per le vie della città 
  • per due boccate di felicità”. 
  •  
  • “Ma l’opinione – dissi io – non la contate? 
  • e che reputazione, dite un pò, vi fate? 
  • la gente giudica voi state un po’ in campana 
  • ma quello invece di ascoltarmi continuò: 
  •  
  • “Che bello 
  • col pakistano nero e con l’ombrello 
  • e una ragazza giusta che ci sta 
  • e tutto il resto che importanza ha?” 
  •  
  • Così di casa li cacciai senza ritegno 
  • senza badare a chi mi palesava sdegno 
  • li accompagnai per strada e chiuso ogni sportello 
  • tornai in cucina e tra i barattoli uno che…. 
  •  
  • “Che bello 
  • col giradischi acceso e lo spinello 
  • non sarà stato giusto si lo so 
  • ma in 15 eravamo troppi o no?”. 
  • E questa 
  • amici miei è una storia disonesta 
  • e puoi cambiarci i personaggi ma 
  • quanta politica ci puoi trovar

Dove scaricare questa canzone:

Una storia disonesta (Stefano Rosso) testo video downloadultima modifica: 2013-05-17T22:52:00+00:00da blogmaster70
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento