Pensavo fosse amore invece.. (Fedez feat. Gue Pequeno) testo video ufficiale download

Pensavo fosse amore invece.. Fedez feat Gue Pequegno testo video Ecco il nuovo video ufficiale di Fedez:  Pensavo fosse amore invece…, ospite il rapper Gue Pequeno ( al secolo Cosimo Fini, membro dei Club Dogo).

La canzone che fa parte del nuovo album di Fedez: Sig. Brainwash L’arte di accontentare, l’album che potremmo definire della maturità per Fedez e che ha trovato nelle numerose collaborazioni una spinta in più, diventando uno dei lavori più interessanti di questo inizio 2013 a livello di musica italiana.

Proprio così, nonostante chi scrive non sia un amante del rap, credo che questo album possa venire ricodato come un ottimo album: da alcuni testi divertenti e scanzonati di Fedez, ad altri un pò più impegnati, dalle collaborazioni, all’uso di un rap-pop italiano, come l’abbiamo chiamato, a dei contenuti attuali sia a livello musicale che di testi, come dicevamo.

  • Tra le altre canzoni Cigno nero con Francesca Michielin, bisogna dire che è una gran bella canzone. 

Nonostante non si consideri qui Fedez un cantante, lo si considera  uomo di spettacolo, e ci sa fare, complimenti.

pensavo fosse amore invece fedez

Sopra: il nuovo video ufficiale di Fedez Pensavo fosse amore invece… con Gue Pequegno

Testo:

  • La prima volta che ti ho vista
  • in quel locale
  • Tu eri in abito da sera
  • Così bella che a guardarti
  • da lontano non sembravi vera
  • Tu scarpe con i tacchi,
  • io Jordan col New Era
  • Ho sempre gli occhi su di te
  • ma nascosti dalla visiera
  • Io faccio il sostenuto
  • e accenno un timido saluto
  • Con la sigaretta in bocca
  • perché fa uomo vissuto
  • Ti chiedo che ore sono
  • e mentre tu guardi il quadrante
  • Noto sotto le mie ascelle
  • un alone preoccupante
  • E mentre penso che devo comprarmi
  • un nuovo deodorante
  • Mi da in mano il listino prezzi
  • fresco di stampante
  • Io non sono molto esperto
  • ma in un solo istante
  • Ho capito che non si trattava
  • del menù del ristorante
  • Hai detto che mi amavi
  • ma era solo un pretesto
  • Vorrei baciarti in bocca
  • ma ora io non ci riesco
  • “Non ho da cambiare,
  • non è che c’hai il resto?”
  • Pensavo fosse amore
  • e invece eri una escort
  • Non devo preoccuparmi
  • più di come mi vesto
  • Dai fammi un po’ di sconto tanto
  • io faccio presto
  • Sei stata con Paolo,
  • Giorgio, Franco e Francesco
  • Pensavo fosse amore
  • e invece eri una escort
  • Ci sono delle strane macchie
  • sopra il tuo letto
  • Sembra quasi che qualcuno
  • ha rovesciato il sorbetto
  • Il tuo non è un salotto
  • ma una sala d’aspetto
  • Io che pensavo fosse amore
  • e invece eri una escort
  • Ecco partita da ragazza a immagine,
  • tanto bella quanto fragile
  • E’ la storia difficile
  • di una ragazza facile
  • I miei amici l’hanno detto
  • ma io sono troppo ingenuo
  • “Ou sei venuto con una escort?”
  • “Ma no, una Panda Station Wagon”
  • Non so se mi rifiuti
  • per i miei Gucci tarocchi
  • o perché il mio conto in banca
  • non mi risalta agli occhi
  • Hai l’amica che t’accompagna,
  • che fa la modella in Spagna
  • Ma a me sembra più un’indossatrice di passamontagna
  • E da quando guardo il mondo
  • da quest’altra prospettiva
  • Anche il bar sotto casa
  • non è più quello di prima
  • Mi sa che la barista arrotonda
  • con le mance
  • Da quando uno è entrato e ha detto
  • “Eh, mi fa un chinotto, grazie?”
  • Hai detto che mi amavi
  • ma era solo un pretesto
  • Vorrei baciarti in bocca
  • ma ora io non ci riesco
  • “Non ho da cambiare,
  • non è che c’hai il resto?”
  • Pensavo fosse amore
  • e invece eri una escort
  • Non devo preoccuparmi
  • più di come mi vesto
  • Dai fammi un po’ di sconto tanto
  • io faccio presto
  • Sei stata con Paolo,
  • Giorgio, Franco e Francesco
  • Pensavo fosse amore
  • e invece eri una escort.
  • Chiamiamo le cose col loro nome
  • Non siete delle modelle,
  • voi siete… sapete il nome…
  • E no, non lavori in televisione
  • Non sono nato ieri,
  • non puoi fregare il pappone
  • Hai visto più palle che Wimbledon
  • Ti ho sgamata, sei su rosarossa.com
  • Io ti ho liquidata,
  • non torno indietro
  • Da un po’ che ti ho spruzzata
  • come un Liquidator
  • Baby non ti pago, non ti cago
  • Volevi un amore magico
  • Vieni e sparisco come un mago
  • E vuoi fare un video
  • per farmi un bel provino
  • Più guardo il tuo tipo
  • e più penso “Poverino”
  • Con quella macchina e tutte quelle scarpe
  • Non serve un genio a capire
  • che baby fai le marche
  • Parli in 500, foglio viola,
  • darla al vento
  • Continua così che
  • qua arrivi in Parlamento.
  • Hai detto che mi amavi
  • ma era solo un pretesto
  • Vorrei baciarti in bocca
  • ma ora io non ci riesco
  • “Non ho da cambiare,
  • non è che c’hai il resto?”
  • Pensavo fosse amore
  • e invece eri una escort
  • Non devo preoccuparmi
  • più di come mi vesto
  • Dai fammi un po’ di sconto tanto
  • io faccio presto
  • Sei stata con Paolo,
  • Giorgio, Franco e Francesco
  • Pensavo fosse amore
  • e invece eri una escort.

Dove scaricare questa canzone:

Pensavo fosse amore invece.. (Fedez feat. Gue Pequeno) testo video ufficiale downloadultima modifica: 2013-04-17T12:53:00+00:00da blogmaster70
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento