In Prigione, in Prigione Edoardo Bennato testo video

in prigione testoLe ultime cronache politico giudiziare hanno fatto scattare il senso reazionario/giustizialista (mai sopito) di tanti italiani, che si sentono presi in giro dai propri rappresentati.

Edoardo Bennato  riuscì a diventare molto popolare negli anni ’70, proprio perché, oltre ad essere uno straordinario musicista, incentrava le sue canzoni su critiche più o meno velate alla Nostra società.

Di seguito, il testo ed un simpatico video su questa canzone, e  alcune frasi ed aforismi riguardo la corruzione politica in Italia: 

  1. Per me i partiti sono come i taxi: li utilizzo, pago il dovuto, e scendo. (Enrico. Mattei – Presidente ENI – anni ’50 e ’60)
  2. Ci sono paesi dove il progresso ha cambiato solo i consumi non la mentalità. (V. Consolo)
  3. Almeno la smettessimo d’ammirare, in Italia, i disonesti e gli immorali: sarebbe già un passo avanti. (M. Viroli, docente di politica a Princeton)
  4. L’italiano chi è? È quello rappresentato da Alberto Sordi: oltre alla sua macchina e alla sua famiglia, non va. (G. Bassani, Italia da salvare)
  5. Le mogli dei politici fanno tutte beneficenza. 
  6. Hanno il senso di colpa per quello che rubano i mariti (Roberto Benigni)
  7. I grandi ladri mettono in prigione i piccoli. (Diogene Laerzio 180 240 d.C.)
  8. Raccontare ai giornalisti stranieri la politica culturale italiana non è cosa semplice. Bisogna prima di tutto cercare di non ridere.
  9. Quando esco dalla cabina elettorale mi sento un abitante di Sodoma (W. Di Gemma)

Testo In Prigione In prigione Edoardo Bennato

Tu che sei innocente 

tu che non hai fatto niente 

tu che ti lamenti 

perchè ti hanno imbrogliato 

allora adesso senti: 

 

Tu andrai in prigione 

in prigione, in prigione 

proprio tu, in prigione 

e che ti serva da lezione! 

 

Tu che hai rispettato 

le leggi dello stato 

ti senti sfortunato 

ti senti perseguitato, offeso 

amareggiato, allora: 

 

In prigione, in prigione!… 

 

Tu che hai calcolato 

tu che hai provveduto 

tu che non hai mai sgarrato 

tu che alla giustizia 

ci hai sempre creduto 

 

Tu andrai in prigione! 

 

Tu che indaghi sempre 

sul conto della gente 

e non ti fermi alle apparenze 

ma analizzi, scavi e poi 

sputi le sentenze, allora: 

 

In prigione, in prigione! 

 

Tu che sei avvocato 

serio e preparato 

ridi e scherzi poco 

ma conosci tutte le regole 

del gioco, allora: 

 

In prigione, in prigione! 

 

e tutti i professori 

medici e dottori 

notabili e avvocati 

e tutti i capi 

dei sindacati, tutti! 

 

Tutti quanti in prigione! 

 

Quanta gente onesta 

tutta preparata a festa 

che si avvia verso il mare 

li dovete bloccare, fermare 

catturare, si 

 

per madarli in prigione! 

in prigione, in prigione 

tutti quanti in prigione 

e che vi serva da lezione! 

 

In prigione, in prigione 

in prigione, in prigione! 

E non dò spiegazione! 

 

coro anche tu in prigione 

tu vuoi fare il santone 

anche tu in prigione 

anche tu in prigione! 

 

no lasciatemi! 

c’è un errore 

io sono il giudice 

lasciatemi, c’è un errore 

no, no, c’è un errore!…

In Prigione, in Prigione Edoardo Bennato testo videoultima modifica: 2012-10-05T09:20:00+00:00da blogmaster70
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento