VANITA’ DI VANITA’ – BRANDUARDI – TESTO VIDEO – STATE BUONI SE POTETE

state buoni se potete canzone testo L’Italia é il paese che ha avuto i più grandi pedagoghi di sempre.

Uno di questi è San Filippo Neri, e nel 1983 si pensò bene di farne un film “State buoni se potete, un bel film, che aveva la colonna sonora scritta da Angelo Branduardi, una delle persone più straordinarie della musica italiana, oltre che un grandissimo artista, ricercatore di nuovi modelli musicali, per chi non lo sappia, Branduardi diventò famoso in Italia e all’estero per aver resucitato la musica medioevale e averla riproposta al grande pubblico in una forma più moderna, un grandissimo. 

Tra le canzoni dell’album, questa ‘Vanità di vanità’, ci riporta con i piedi a terra: cosa stiamo facendo? Perchè ci affanniamo ad andare dietro a bisogni che sfamano solo la nostra vanità?

Una canzoncina molto semplice, bella ed istruttiva che andrebbe imparata e cantata nelle scuole elementari, molto educativa e carina, una delle migliori Canzoni Italiane per Bambini, altro che pio pio… 

Testo Vanità di Vanità da ‘State Buoni se potete’, Angelo Branduardi:

  • Vai cercando qua, vai cercando là, 
  • ma quando la morte ti coglierà 
  • che ti resterà delle tue voglie? 
  • Vanità di vanità. 
  • Sei felice, sei, dei pensieri tuoi, 
  • godendo solo d’argento e d’oro, 
  • alla fine che ti resterà? 
  • Vanità di vanità. 
  • Vai cercando qua, vai cercando là, 
  • seguendo sempre felicità, 
  • sano, allegro e senza affanni… 
  • Vanità di vanità. 
  • Se ora guardi allo specchio il tuo volto sereno 
  • non immagini certo quel che un giorno sarà della tua vanità. 
  • Tutto vanità, solo vanità, 
  • vivete con gioia e semplicità, 
  • state buoni se potete… 
  • tutto il resto è vanità. 
  • Tutto vanità, solo vanità, 
  • lodate il Signore con umiltà, 
  • a lui date tutto l’amore, 
  • nulla più vi mancherà
VANITA’ DI VANITA’ – BRANDUARDI – TESTO VIDEO – STATE BUONI SE POTETEultima modifica: 2012-08-26T15:39:00+00:00da blogmaster70
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento