SANREMO 2012 – PRIMA SERATA – IMPRESSIONI

SANREMO 2012 sanremo 2012, prima serataè finalmente iniziato, è iniziato con un pò di problemi, la bella modella Ceca, Ivanka Mrzova, non c’è, sta male, pare che il sistema nervoso non le abbia retto;  il sistema di votazioni s’é inceppato, e la votazione non sarà valida,  in compenso ci sono Gianni Morandi e Rocco Papaleo, che sembrano Totò e Peppino, bravissimi e mai fuori luogo, le canzoni? 

Canzoni molto belle, specialmente ci è piaciuta Chiara Civello, con ‘Al posto del mondo‘, una canzone difficile da cantare, con sfumature jazz, veramente molto bella, ma prima delle canzoni non possiamo non parlare di Celentano:

siamo abituati alle canzoni di protesta di Celentano, ma stasera è stato inopportuno, è questo l’aggettivo che ci sentiamo di usare per l’apparizione di Celentano alla prima serata del Festival, inopportuno e ‘caciarone’, come si dice a Roma, inopportuna la sua entrata in stile ‘riot’, rivolta, con bombardamenti e mitragliamenti, spara a zero su tutto e su tutti, e canta canzoni che a Noi non piacciono, fa un minestrone di buoni sentimenti, religione, pseudo-politica basata sul vittimismo e sul vuoto.

Ma torniamo alle canzoni: Emma Marrone canta la crisi economica, e i sentimenti che provano chi la subisce, testo un pò sul nazional-popolare, ma forse avrà successo, da ‘cuccia di gatti’, Eugenio Finardi, sembra infatti un gatto che ha chiuso la coda in mezzo ad una porta, ma non c’è un fondo per i cantanti in età da pensione?

Molto raffinata, la canzone di Samuele Bersani, come al solito, e come sempre, i Marlène Kunz si sono dimostrati una band ‘sopra’ il vuoto di conteuti della musica italiana.

Non classificata, la Fornaciari, con una canzone blues-commerciale, ma non riusciamo a dire di più, forse perchè non c’è tanto altro da dire.

Bertè e Gigi D’Alessio, sono un bel duo, Loredana sembra molto emozionata, ma sono due grandi professionisti e la canzone è orecchiabile e, come al solito autobiografica, e la Bertè se lo può permettere, visto quello che ha vissuto finora… Ma ha rifatto le labbra? Sembra una congolese..

Nina Zilli, canta ‘Per sempre‘, la canzone non ci piace un granchè, ad un primo tempo, ma poi sembra essere la canzone più sanremese di tutte, e Nina, con le sue doti vocali, riesce a farcela digerire, anzi, a farcela piacere… eccezionale questa cantante.

Pierdavide Carone, con Dalla che lo aiuta dirigendo l’orchestra e cantando, è una bella novità, ci colpisce la canzone ‘Nanì‘, una canzone d’amore non ricambiato.

I Matia Bazar, si presentano con una canzone commerciale al massimo, in puro stile Sanremo, reciclando, dal loro repertorio di successi, melodie romantiche, che fanno rimpiangere i tempi in cui si cimentavano in nuove sperimentazioni, altri tempi.

Un’ultima nota, ma bisogna mandare un video-porno in rete per poter sperare di fare la valletta a Sanremo?

Direi che Belèn ce la potevano risparmiare, diseducativa al massimo la sua presenza al Festival, come le parolacce gratuite, un pò troppe in questa prima serata di Sanremo 2012.

SANREMO 2012 – PRIMA SERATA – IMPRESSIONIultima modifica: 2012-02-15T00:06:00+00:00da blogmaster70
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento